Brendon – Eroe del domani

In queste giornate assolate è giusto staccare la spina dai videogiochi e aprire la mente con un buon fumetto. Oggi si parla di Brendon, un “sopravvissuto” ad un futuro che non ha nulla da invidiare a quello prospettato da Maya.

Ideato nel 1998 da Claudio Chiaverotti e pubblicato da Sergio Bonelli (la stessa casa editrice di Nathan Never) Brendon, in arte cavalliere di ventura, noleggia il proprio coraggio di villaggio in villaggio. E’ un futuro incerto e cagionevole quello in cui si muovono gli attori delle vicende, un meteorite ha infatti spazzato via quasi tutta l’umanità, riportando i pochi sopravvissuti ad un medioevo post-moderno.

C’è molto di Mad Max ed è tutto condito con un pizzico de “Il pianeta delle scimmie”, ma i riferimenti terminano con l’ambietazione nota di questi film. Il volto angelico che sembra essere strappato al compianto attore Brendon Lee, armato con una pistola/doppietta e in sella al fedele cavallo Falstaff, dovrà vedersela con il clan de “La luna nera” (come nell’ultimo numero in edicola, ndr) e molti altri nemici che animano i nostri incubi.

Torneremo presto a parlare anche di questo eroe e del mondo in cui vive, continuate a seguirci.